note di retrocomputing pratico

Your banner HERE!!!!
donate a computer
and obtain free banner!  ;-)

HomeRetrocomputersNews & EventsVarie TradeLinks


Torna indietro

Foto
Links


HP 705 - 710

La prima workstation risc della HP. Segna il cambiamento dalle architetture basate su processori motorola 680x0 ai nuovi PARISC proprietari.
Purtroppo non ho mai giocato molto con questa macchina, riporto qui alcune informazioni tecniche che spero possano essere utili per la riparazione di queste macchine.

Trapianto di alimentatore su workstation unix HP 705/710

L’alimentatore di queste macchine sembra non sia molto affidabile, un amico ha subito un guasto su una di queste macchine e ho rilevato su una macchina funzionante le tensioni di alimentazione della scheda madre per facilitare un tentativo di “trapianto”, utilizzando un comune alimentatore di un personal computer con connessioni tipo AT.

L’alimentatore originale della mia HP 705 riporta il part number HP 0950-2187, è un alimentatore da 129W di uscita, da ricerche eseguite sulla rete risulta essere lo stesso del modello 710.

Sulla targa dell’alimentatore sono riportate le tensioni di uscita e le relative correnti:

+5V

18 A

+5V SCSI 

1 A

+ 5V AUX   

0.1 A

+12V

2.6 A

-12 V

0.25 A

Particolare il fatto che esistono 3 uscite separate per i +5V.

Sono tutte tensioni che un comune alimentatore AT eroga, ho controllato su un alimentatore AT da 200W e le correnti erogate sono sempre superiori a quelle indicate da questo alimentatore, quindi dal punto di vista tecnico il trapianto sembra possibile.

Dall’alimentatore esce un fascio di cavi che termina in 2 connettori: 1 da 14 poli ed uno da 5 poli (dove però solo 3 fili sono collegati).

Escono inoltre altri 2 conduttori doppi che vanno a 2 piccoli connettori sul circuito stampato, 1 credo sia per la ventola posteriore dell’alimentatore e l’altro non so, ho provato a scollegarlo e la macchina funzionava lo stesso.

I fili sono colorati dipendentemente dalla tensione erogata, dentro l’alimentatore diversi fili sono in comune (in corto circuito tra loro) e penso siano duplicati solo per garantire la necessaria portata di corrente (in particolare per i pin del connettore).

Questo è lo schema e le tensioni che ho rilevato sui connettori ( i ponticelli indicano quali fili sono in corto circuito tra loro dal lato alimentatore):

L’alimentatore una volta collegato a rete è sempre alimentato, anche a macchina spenta, un po’ come quello di un ATX. Il pulsante di accensione è sulla scheda madre, il filo arancione a macchina collegata a rete ma spenta risulta essere a 5.5V, una volta accesa la macchina va a 0V.

Sembrerebbe quindi che questo filo serva per far partire qualcosa nell’alimentatore e nello stesso tempo alimentare una parte del circuito della scheda. Penso che non collegando il filo arancione ed alimentando semplicemente gli altri pin del connettore con un alimentatore AT la macchina funzioni senza problemi.

I connettori usati sono molto simili a quelli di un alimentatore AT, ho provato ad inserirne uno sulla scheda madre e si riesce.

Usando 4 connettori da alimentatore AT (ognuno ha 6 poli)  e ricablandoli su un alimentatore AT credo che la modifica sia facilmente realizzabile.

Attenzione al fatto che il 705/710 non usa la –5V che è invece presente sull’alimentatore AT.

Buon lavoro!…e se tentate questa operazione fatemi sapere i risultati.

Foto

in preparazione....

Links

http://www.openpa.net/ le migliori informazioni hw su queste macchine
http://www.fr.parisc-linux.org/  PARISC linux project
http://www.netbsd.org/Ports/hp700/ NETBSD port

 

     Copyright © 2003 by me, ultimo aggiornamento 02-10-2008